il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

CENSURA E MINACCE DEL SENATORE PD RUSSO

Ieri mattina Il Perbenista, come è possibile leggere dai post precedenti, nel prefigurare una possibile staffetta alla segreteria generale della presidenza del consiglio regionale fra l'attuale Mauro Vigini ed il direttore centrale Augusto Viola, ha erroneamente definito il primo come leghista. Nel corso del pomeriggio varie telefonate ed sms di esponenti del Pd ci hanno spiegato di aver preso una cantonata, essendo il dott. Mauro Vigini da sempre vicino al Pd triestino, tanto da essere arrivato all'attuale incarico non durante la presidenza Maurizio Franz, ma durante quella del cattolico Alessandro Tesini. Sempre le stessi fonti ci hanno detto che difficilmente Franco Iacop potrà sostituirlo, proprio in virtù degli ottimi rapporti fra Vigini e il Pd triestino, in particolar modo con il senatore Francesco Russo, con cui lo legherebbe anche una solida amicizia personale. Immediatamente dopo la pubblicazione di questo articolo, il senatore ha inviato una lunga serie di sms e mail al Perbenista, intimando la immediata smentita di quanto scritto. Come da consuetudine, Il Perbenista, sempre via sms ha proposto al senatore del Pd di inviare una mail di smentita/rettifica su quanto da noi riportato, al fine da riportarla integralmente e virgolettata, ma Russo ha insistito affinchè la smentita circa un suo possibile sostegno a Vigini venisse fatta dal Perbenista come proprio errore e non su sua indicazione. Pochi minuti dopo  il democratico senatore Francesco Russo ci ha inviato i seguente sms: " Il mio avvocato dice che potrei chiederti un bel contributo per il fondo di Banca Etica che ho promosso sull'imprenditoria giovanile...:-) So che troverai un modo elegante per chiarire tutto entro stasera".  E " Facciamo così: pubblichi tutto stasera e come TUA smentita. Sennò la MIA smentita arriva con querela". Analogo copione anche su Twitter durante la sera, dove il senatore del Pd, Francesco Russo twitta: "Se tu perdi paghi 100mila euro a Banca Etica. Ci stai vero?" e successivamente "Io devolvo già ogni mese 20% mio stipendio a Banca Etica. #fattinoparole #passoechiudo".

Il Perbenista, lo ripete pubblicamente, è disposto a pubblicare un intervento di smentita o rettifica da parte del senatore Russo su quanto da noi riportato in merito alla notizia sulla segreteria generale della presidenza del consiglio regionale, ma non accetta forme di censura da nessun esponente politico, ancor meno da un senatore del Pd nominato senza nemmeno sottoporsi al vaglio delle primarie previste dal suo stesso partito.