il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

TONDO: SILVIO, NON SILVIO, SILVIO, NON SILVIO, SILVIO

Mancano pochi giorni al fatidico 9 settembre, come mancano pochi giorni alla possibile nascita di Forza Italia 2.0 e tutto ancora potrebbe accadere. L'unica cosa certa è che ci sarà ben poco spazio al fattore novità, sia che a continuare a guidare il partito sia Isidoro Gottardo, sia che al suo posto vada l'ex potente assessore regionale e commissario della terza corsia Riccardo Riccardi. Tuttavia, un altro nome "nuovo" si sta facendo strada in queste ultime ore. Un consigliere regionale che potrebbe provenire dal gruppo misto ma non proprio un novello: Renzo Tondo. Si dice che sia proprio l'ex governatore, l'uomo del Pdl più popolare e amato dal popolo berlusconiano del Friuli Venezia Giulia. Qualcun altro però in queste ore, pregandoci di non apparire ci ha voluto inviare una mail con alcuni titoli ed occhielli della stampa locale in cui Tondo prende molto apertamente le distanze dal cavaliere; che coerenza ci sarebbe a questo punto dopo aver tanto massacrato il Berlusca a proporsi nuovamente come il suo riferimento in Regione, magari candidandosi alle imminenti europee ?

ottobre 2011: " E' bollito sia perchè lo hanno massacrato tutti sia perchè ha commesso degli errori: da lui mi aspettavo qualcosa di più. Gli voglio molto bene e so che ha fatto tanto per l'Italia ma siceramente io sono stato più bravo e sono riuscito a fare quello che non ha fatto lui: ho ridotto il debito e taglierò l'Irap alle imprese..."

settembre 2012: " Sul ritorno di Berlusconi rispondo così: accompagni il rinnovamento. Io sono un piccolo imprenditore; mio padre aveva costruito un albergo ristorante. Quando mi sono laureato mi ha detto: Queste sono le chiavi, adesso tocca a te. ..e me le ha messe in mano. I primi tempi sono stati difficili e ho commesso anche alcuni errori. Ma guai se mio padre non avesse fatto così scomettendo su di me e sulle possibilità di sviluppo dell'albergo a prescindere dalla sua guida ( e guai se fosse rimasto a girare tra i tavoli e a bere qualche taglio con i clienti abituali per rassicurarli ). Ecco, a Belusconi chiedo di fare lo stesso".

dicembre 2012: " Nell'ennesimo sabato di studio pre elettorale in casa Pdl, Renzo Tondo è l'unico ad alzare la mano e a dire im modo chiaro: Silvio non sia il candidato, lasci ai più giovani".