il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

LA PROTEZIONE CIVILE SCARICA LA COLPA SU BOLZONELLO

Dopo aver fatto tornare, in tempo record, dalle vacanze in Sardegna l'assessore regionale alla protezione civile Paolo Panontin, dagli uffici del direttore centrale Guglielmo Berlasso trapelano le prime vere responsabilità. Non sarebbe andata solo la Protezione Civile ad essere andata in tilt da oltre un mese, mandando in fiamme l'intera montagna montagna friulana, ma la Direzione Centrale delle risorse rurali, agroalimentari e forestali che fa capo al direttore centrale Luca Bulfone, ormai in procinto di partenza, e dipende dal vice presidente della giunta regionale Sergio Bolzonello. Infatti, "con legge regionale 36/1969 il Corpo forestale del Friuli Venezia Giulia sostituisce in toto quello dello Stato svolgendo anche compiti di polizia ambientale e forestale. Le strutture stabili centrali specialistiche del corpo forestale hanno un ruolo di competenza specialistica elevata rispettivamente nelle materie venatorie, ambientale, agroalimentare, organizzativa ed antincendio boschivo. E' specifico compito del personale forestale regionale la prevenzione, repressione e spegnimento degli incendi boschivi". Intanto gli uffici regionali dell'assessore alle risorse agricole Sergio Bolzonello, ci comunicano che il vice presidente è fuori sede ed irreperibile, in quanto in ferie dal 2 al 18 agosto. Insomma dal 17 luglio la montagna friulana va a fuoco e i due assessori regionali competenti decidono di andarsene contemporaneamente in vacanza al mare.