**
  • Home > Gossip > LA CASSAFORTE PADANA DI MERETO DI TOMBA
  • stampa articolo

    LA CASSAFORTE PADANA DI MERETO DI TOMBA

    1V

     Si parla di danni erariali, di spese non autorizzate, di spese inopportune, di sperperi dei gruppi regionali. Ma gli sprechi, i super finanziamenti non sono sempre opera dei gruppi regionali, ma spesso dell'esecutivo, dei singoli assessori regionali. A Mereto di Tomba tutti conoscono l'associazione "La Grame" che ha sede nel feudo di uno dei suoi fondatori: l'ex assessore regionale all'agricoltura Claudio Violino. Nonostante il nome lugubre, Mereto di Tomba, ha visto nascere e crescere illustri personaggi legati al pianeta padano: Luca Bulfone, direttore centrare regionale dell'agricoltura, Sandro Burlone, capo gabinetto della presidenza del consiglio regionale prima con Ballaman e poi con Maurizio Franz, Loreto Mestroni, ex assessore provinciale, Eros Cisilino, attuale consigliere provinciale della Lega e ex presidente dell'associazione La Grame e anche se meno verde, Oliviero Della Picca, leader del consorzio agrario. Attualmente presidente dell'Associazione La Grame, è l'avvocato Elisabetta Basso, nominata da Pietro Fontanini consigliere alla pari opportunità a Palazzo Belgrado e sorella di Cristina Basso, già addetta di segreteria di Claudio Violino. Prima di lei, come sopra ricordato, presidente de La Grame era l'attuale consigliere provinciale leghista Eros Cisilino, che oggi chiamato dal Perbenista al telefono ha sostenuto di non sapere nè l'indirizzo, nè il numero di telefono della sede dell'associazione, consigliando di telefonare per eventuali informazioni direttamente presso l'ufficio privato dell'avvocato Basso. Nel 2010, l'associazione La Grame edita un libricino dal titolo "La impuartance des tradizions" ( vedi foto ) scritto da Fabio Fiorin, all'epoca anche esso addetto di segreteria dell'assessore regionale Claudio Violino. Coordinatrice editoriale del libro di Fiorin, la sua collega di stanza in segreteria di Violino, Cristina Basso, attualmente in forza al gruppo regionale e sorella dell'attuale presidente de La Grame, Elisabetta Basso. In Regione durante l'ultima legislatura, negli anni 2009, 2010, 2011 e 2012 qualcuno di molto importante ha voluto un gran bene a questa associazione a giudicare dai finanziamenti e dai contributi ottenuti, tanto che già sulle leggi regionali di bilancio e assestamento si trovano cifre da capogiro con sempre la stessa dicitura. Legge Regionale 12 di assestamento del 23/7/2009, stanziati 100mila euro a La Grame come contributo straordinario "per l'organizzazione di un progetto diretto alla valorizzazione e promozione turistica, culturale e paesaggistica del medio Friuli". Legge Regionale 23 del 29/12/2010 di bilancio, stanziati 70mila euro a La Grame come contributo straordinario "per l'organizzazione di un progetto diretto alla valorizzazione e promozione turistica, culturale e paesaggistica del medio Friuli". Legge Regionale 19 di Bilancio del 29/12/2011 stanziati 70mila euro a La Grame come contributo straordinario "per l'organizzazione di un progetto diretto alla valorizzazione e promozione turistica, culturale e paesaggistica del medio Friuli". Legge Regionale 11 Assestamento di Bilancio 2011, stanziati ulteriori 22mila euro all'associazione La Grame...

  • Commenti

  • L'importanza della tradizione e come no la tradizione di finanziare gli amici degli amici come hanno insegnato la D.C. e il PSI degli anni 80..... LEGA=SOLITA VECCHIA POLITICA Commento inviato il 25-07-2013 alle 14:41 da anonimo
  • Finalmente era ora è da molto che le mosche giravano attorno in attesa di planare sul quanto ! Però che strano in quell associazione solo leghisti perchè e solo facenti parte di amici degli amici ! La magistratura sta lavorando a ciò !!!!! Commento inviato il 24-07-2013 alle 19:52 da erivio
  • Vergogna! Valorizzazione turistica di.... si e come no valorizzazioni di amici, amichetti, amanti e C.; di questi tempi poi; profondo Nord che è lo specchio del profondo Sud (con annessi e connessi). Commento inviato il 24-07-2013 alle 16:49 da pluto

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ