il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
MENTRE LA PROCURA APRE UN'IDAGINE, IL CAPO DELLO STATO NOMINA IL DIRETTORE DELLA CASA DI RIPOSO DI PALUZZA CAVALIERE DEL LAVORO

PALLA PRIGIONIERA: DAL CONI ALLA REGIONE FVG

All'attenzione della Procura della Repubblica ci sono due convegni del Coni organizzati rispettivamente nel 2008 e nel 2009del valore complessivo di circa 50mila euro. E' stata quindi sequestrata la posta elettronica intercorsa all'epoca tra i diretti interessati per dei sospetti sulla regolarità delle procedure.Oltre a Massimo Lombardo, considerato il beneficiario del sistema, della vicenda sono stati chiamati a rispondere anche l'attuale segretaria del Coni Luana Matassi, il neo consigliere regionale del Pdl Rodolfo Ziberna, indicato dal pm quale dirigente del Coni e ideatore del meccanismo illecito ed i tre imprenditori che la pubblica accusa ritiene essersi prestati a redigere preventivi concordati con la Alan Normann. Immediata la replica, questo pomeriggio, del deputato del Pd Giorgio Brandolin, da quattro mesi alla guida regionale del Coni: " L'attuale consigliere regionale del Pdl, Rodolfo Ziberna, è un dipendente regionale che ha collaborato per un certo periodo con l'assessorato regionale allo Sport; pertanto il dott. Ziberna non è mai stato dipendente o dirigente del Coni". Ma allora cosa centra il neo consigliere regionale del Pdl con questa delicata vicenda emersa da un fitto scambio di mail con le persone coinvolte nell'inchiesta? Anche a questa domanda il presidente regionale del Coni, on. Giorgio Brandolin non si sottrae: " Premesso che all'epoca dei fatti il presidente regionale del Coni era Felluga, essendio io in carica da soli quattro mesi, ritengo che il coinvolgimento di Ziberna, se come si sostiene dove esserci stato, è stato esclusivamente in virtù del finanziamento che la Regione Fvg, tramite l'assessorato allo Sport, ha concesso al Coni e, come tutti sanno, Ziberna è stato uno stretto collaboratore dell'assessore regionale Elio De Anna, tanto da partecipare a suo nome a pieno titolo a diversi importanti tavoli romani". Insomma, da bravo calciatore Brandolin lancia la palla dal Coni alla Regione Fvg. Cercato più volte al cellulare per una sua versione dei fatti, il cellulare del consigliere regionale Rodolfo Ziberna continua ad essere spento.