il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

CENA A LUME DI CANDELA BERNABO' BOCCA - SOMMARIVA

Le recenti esternazioni del direttore generale di Turismo Fvg ed alcune discutibili inserzioni promozionali turistiche apparse sulla stampa locale hanno fortemente compromesso le possibilità di riconferma del dott. Edi Sommariva alla guida dell'agenzia regionale da parte dell'attuale esecutivo. Ma andiamo per ordine. Partecipando ad un convegno tenutosi a Roma, Sommariva, senza alcun motivo apparente e forse dimenticandosi di essere un dirigente pubblico ha criticato aspramente l'operato degli uomini della agenzia delle entrate accusandoli di fare cavilli interpretativi in relazione alla classificazione fiscale di alcune componenti di spesa.Le inopportune affermazioni di "Nonno Edi", virgolettate e mai smentite, non sono di certo passate inosservate presso i vertici della potentissima Agenzia delle Entrate. Non pago di ciò ecco che pochi giorni dopo appare sui quotidiani locali una pubblicità pagata da Turismo Fvg dove si evidenzia che in Friuli Venezia Giulia è possibile fare vacanza senza pagare la tassa di soggiorno (No Tourist Tax). Immediatamente c'è stata una riunione del coordinamento dei sindaci della costa veneta che da soli contano 23.000.000 di presenze turistiche coordinati dal primo cittadino di San Michele al Tagliamento, Pasqualino Codognotto, i quali hanno espresso una formale protesta contro l'operato di Turismo Fvg accusata di fare campagna commerciale sleale e di cattivo gusto. Secondo fonti interne pare che l'assessore regionale al turismo Fvg Sergio Bolzonello, fosse all'oscuro di tutto così come la governatrice Debora Serracchiani che ha visto vanificare in un attimo il suo il suo personale impegno politico profuso nel Veneto a sostegno del neo eletto sindaco di San Donà, Cereser. Nel frattempo all'interno di Turismo Fvg pare che sia in corso una sorta di guerra clandestina fra i vari dirigenti "nominati" fiduciariamente da Renzo Tondo, che corre il rischio di paralizzare la già pressocchè debole attività dell'agenzia regionale. Sul fronte triestino, arrivano notizie di una recente cena fra Edi Sommariva e il senatore del Pdl Bernabò Bocca: che la prossima destinazione di Nonno Edy sia il Piemonte?