**
  • Home > Gossip > LA TALPA E LE CENE FARAONICHE DEI SUPER ASSESSORI
  • stampa articolo

    LA TALPA E LE CENE FARAONICHE DEI SUPER ASSESSORI

    1t

    La chiameremo per comodità "Alba la talpa"; da adesso in poi sarà lei ad accompagnarci per un lungo viaggio nel mondo della politica e dei potenti dei partiti. "Non è giusto - esordisce - che a pagare sputtanandoci in gruppo siano tutti quei consiglieri regionali, e non, che hanno seguito le discipline di partito. Certo, tutti noi ne abbiamo beneficiato - afferma - chi più chi meno e la maggior parte delle volte con la convinzione di fare cosa lecita e trasparente. Quello tuttavia che stenta ad essere chiaro è che la vera gestione del denaro e dei fondi pubblici dei partiti era in mano di chi "realmente amministrava" o, comunque, guidava il partito. La giunta Tondo ha avuto molti assessori regionali leader dei propri partiti o quantomeno di precise correnti e più di qualcuno in questi anni ha organizzato faraonici incontri pubblici. Si arrivava anche a cene con mille persone fra elettori, simpatizzanti e anche funzionari e dirigenti pubblici  in cui veniva servito di tutto, dall'antipasto al digestivo. Se si trattava di assessori regionali che ricoprivano anche il rango di consigliere potevano attingere dai fondi dei gruppi, pur sempre dissanguando gli altri colleghi del gruppo senza incarichi istituzionali. Quando, invece, si trattava di assessori regionali esterni la cosa diveniva più complicata poichè gli assessori hanno un ruolo prettamente amministrativo e non politico, pertanto non possono in alcun modo attingere alle casse del gruppo e tanto meno a quelle dell'assessorato, salvo qualche raro pranzo o cena di rappresentanza vagliato dal dirigente regionale ma con pochissimi commensali e per di più elencati. Qualche volta, noi consiglieri ci siamo fatti carico delle "adunate" dei nostri assessori e le abbiamo messe in conto nostro; ma tante altre volte le cose sono andate diversamente e non mi do una risposta. Probabilmente hanno pagato interamente di tasca propria conti esorbitanti. Insomma, ci domanda Alba la talpa, avete capito come venivano pagate queste faraoniche cene? io, fortunatamente non siedo più in consiglio regionale e da oggi mi limito a fare lo spettatore deluso e schifato quanto i tantissimi cittadini che in queste ultime amministrative hanno preferito restare a casa".

  • Commenti

  • Proposta: dato che ogni consigliere o gruppo consigliare ha uno spazio sul sito ufficiale della regione sul quale può caricare le proprie petizioni, mozioni, interpellanze, interrogazioni e proposte di legge, perchè non aggiungiamo una voce "richieste di rimborsi" così tutti potranno sapere CHI chiede COSA. Non vorranno mica opporsi anche ad una legittima e trasparente richiesta da parte dell'elettore che vuole sapere se la ricevuta di TIZIO è per un pranzo, una sauna o una lozione colorante per capelli ? Commento inviato il 04-07-2013 alle 18:22 da Arci-STUFO
  • è molto grave che i partiti non abbiano registrato il pericoloso abbassamento della percentuale dei votanti ... specialmente i giovani sono bersagliati da modelli negativi! ma loro che sono la prima causa di ciò continuano a godere dei loro privilegi! perchè in questi ultimi 5 anni non hanno legiferato per moralizzare la cosa pubblica? eppure avevano piena maggioranza ... sia in Regione che in Parlamento Commento inviato il 04-07-2013 alle 15:59 da orlando

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ