il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
CLICCA SUL BANNER IN BASSO DI VIDEOTELEBLOG

MOLINARO TORNA A SCUOLA, MA DA RICCO

Roberto Molinaro classe 1957, dal 1980 al 2004 sindaco di Colloredo di Monte Albano, presidente per oltre dieci anni della comunità collinare, con quattro legislature in consiglio regionale (dal 1993 al 2013) di cui l'ultima nella veste di assessore all'istruzione, attualmente tornerà a lavorare nella professione che non ha mai esercitato in quanto in aspettativa per mandato amministrativo: segretario di scuola o come si chiama adesso direttore generale servizi amministrativi. Con il 1° luglio lo farà nell'istituto comprensivo di Buia. A causa della norma sul divieto di candidatura in regione oltre il terzo mandato imposta da Angelo Compagnon all'interno del partito di appartenenza, l'Udc, mossa che si dice sia stata concepita per favorire la rielezione del pupillo di Compagnon, Alessandro Tesolat ( missione fallita) e svanita la possibilità di svolgere il ruolo di capo segreteria del gruppo misto consiliare presieduto dal presidente uscente Renzo Tondo andato alla fedelissima Michela Gasparutti, Roberto Molinaro è stato "costretto" a questo reinizio professionale. Ovviamente restano sempre due premi consolatori: il vitalizio che maturerà con il raggiungimento del sessantesimo anno di età, quindi tra tre anni e la cosiddetta indennità di reinserimento subito introitata. In entrambi i casi si tratta di somme piuttosto cospique perchè maturate dopo ben quattro legislature trascorse sugli scranni di Piazza Oberdan a Trieste.