**
  • Home > Interviste > ANTONIONE E LA SCONFITTA DI TONDO
  • stampa articolo

    ANTONIONE E LA SCONFITTA DI TONDO

    ANTONIONE E LA SCONFITTA DI TONDO

    Il sen. Roberto Antonione, ex coordinatore nazionale di Forza Italia e sottosegretario agli esteri, oggi vive nella sua Trieste dove ha ripreso ad esercitare la sua professione di dentista e siede fra i banchi del gruppo misto in consiglio comunale. Il suo rapporto, seppur dall’opposizione, con il sindaco Cosolini è costruttivo e collaborativo. Non è iscritto a nessun partito politico nazionale, milita invece in un’associazione regionale, “Libera Civiltà” costituita assieme a Ferruccio Saro e ad altri amministratori locali. L’intento è quello di dare stimoli e consigli a chi guida la Regione. In questi mesi – afferma antonione – abbiamo elaborato proposte che poi abbiamo presentato ai quattro candidati alla presidenza. Ci hanno incontrato ed ascoltato solamente Debora Serracchiani e Franco Bandelli; Renzo Tondo e Saverio Galluccio non hanno neppure voluto vederci. Come logica conseguenza – conclude Antonione – molti di noi hanno votato per Debora Serracchiani, altri, quelli più di destra hanno sostenuto Franco Bandelli. Gli elettori – riprende l’ex senatore triestino – hanno dato un hiaro segnale di sfiducia e disaffezione verso un Pdl nazionale e locale che non ha saputo mantenere gli ideali di un movimento liberal democratico nato con lo spirito di dar voce a chiunque. Chi comanda, oggi, nel centrodestra triestino è come sempre Giulio Camber. Chi non è in sintonia con il “manovratore” non ha titolo nemmeno per parlare; o allineati al capo oppure fuori. Chi turba il manovratore deve essere immediatamente eliminato. Debora Serracchiani – fa notare Antonione – ha avuto la grande modestia ed intelligenza di aprire il dialogo a tutti, anche a chi arrivava da storie diverse dalla sua. Quella della Serracchiani è stata una politica vincente perché si è dimostrata una politica di inclusione destinata ad allargare il consenso. Lo stesso Roberto Dipiazza ha dovuto correre con una lista civica pur iscritto al Pdl ed ex sindaco. Questo Pdl – va giù duro Antonione – sembra la brutta copia del Msi, una destra retriva fuori dalle stanze. Un passaggio importante dell’intervista Roberto Antonione lo dedica agli scandali che hanno investito il gruppo regionale. “Non mi sorprende – afferma – che Piero Tononi non si sia ricandidato per motivi di incandidabilità, poiché tutti sapevano che sarebbe immediatamente rientrato come funzionario del gruppo regionale. Tuttavia – si chiede Antonione – se Tononi non è stato considerato degno di ricandidarsi come può essere degno di fare il funzionario dello stesso gruppo regionale? Io e Saro – ci confida Antonione – due anni fa avevamo scritto delle lettere molto chiare a Isidoro Gottardo e Sergio Dressi esprimendo forti perplessità sulla corretta gestione dei fondi del gruppo regionale del Pdl e chiedendo di effettuare delle verifiche, ma non abbiamo mai ricevuto risposta.

  • Commenti

  • Antonione, quello che deve tutto a Berlusconi che poi ha preso le distanze. Io non sopporto questi voltafaccia. BEN TORNATO PERBENISTA!!!! Commento inviato il 23-05-2013 alle 21:51 da Anonimo
  • Bentornato Perbenista. !!! Commento inviato il 23-05-2013 alle 21:50 da Valentino Roiatti
  • Antonione chi? Quello che deve tutto a Berlusconi? Quello il cui figlio è stato tenuto a battesimo da Berlusconi? Riconoscenza, fedeltà, onore, coerenza. Commento inviato il 22-05-2013 alle 16:53 da Anonimo
  • Un po' mi mancavi Commento inviato il 22-05-2013 alle 12:05 da valerio toneatto
  • Antonione chi? Quello che pochi mesi fa consigliava a Berlusconi di dimettarsi, che ormai era finito? Annamo bene! Fiuto politico di razza ! Ahahhahah! Commento inviato il 21-05-2013 alle 17:30 da al di codroipo
  • Bentornato Perbenista Commento inviato il 21-05-2013 alle 16:04 da Piero Colavitti
  • Bentornato! Tondo è sempre stato onorante verso Camber ( vedi caso Rosolen)sin dai tempi del PSI. Certo che questo è peggio di buon anima di Andreotti. Commento inviato il 21-05-2013 alle 10:20 da pluto
  • ben tornato Commento inviato il 21-05-2013 alle 08:19 da il_bacucco@latisana.it

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ